Tutti insieme per Capri

Yachting in Capri

Luglio 2009 – Una luminosissima mattina di fine maggio ha salutato, al Teatro del Grand Hotel Quisisana, la presentazione ufficiale della Fondazione Capri. A tratti emozionati davanti alla platea affollatissima dello storico Teatro, lo stesso luogo in cui nel 1922 l’allora sindaco di Capri, Edwin Cerio, avviò i lavori del primo Convegno del Paesaggio con lo scopo di salvaguardare il patrimonio paesaggistico caprese minacciato dai pericoli dei crescenti flussi turistici, il Presidente Gianfranco Morgano e il Vice Presidente Tonino Cacace, si sono stretti intorno ai sindaci di Capri e Anacapri, Ciro Lembo e Mario Staiano.

Yachting Capri“Un momento storico, per noi e lungamente sognato”, ci dicono prima dell’apertura dei lavori. Prima ancora che venga letto il messaggio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto fare arrivare sino a loro: un messaggio di vicinanza, di profondo interesse e stima, per gli obiettivi della neonata Fondazione e per tutto ciò che l’iniziativa potrà portare a “un’isola per me cara per motivi antichi e personali”. Nasce formalmente oggi, 23 maggio 2009, la Fondazione Capri. Un organismo i cui valori principali sono e sempre più saranno la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico dell’isola, la produzione e la diffusione della cultura sul territorio caprese, la formazione e il sostegno dei talenti locali che qui sbocciano, nelle più svariate discipline.

È stata fortemente voluta, questa nascita, dai Fondatori che sono anche l’anima storica dell’isola: imprenditori, albergatori, commercianti e professionisti di Capri e Anacapri, uniti dalla consapevolezza dell’eccezionalità del contesto in cui vivono e animati dalla volontà di preservare i valori inestimabili del patrimonio dell’isola. Con il contributo della Regione Campania, la Fondazione Capri si rivolge al territorio e alla sua popolazione, in primis, intesa sia come soggetto responsabile della sua stessa programmazione sia destinatario delle azioni stesse. Portare Capri nel mondo, sempre più e sempre meglio; portare il mondo a Capri, attraverso professionisti d’eccellenza che a Capri si recheranno non solo in quanto elargitori di esperienze artistico-culturali eccezionali ma anche in quanto formatori dei giovani talenti di cui l’isola è madre. “Giovani e studenti, ha sottolineato Cacace, che non dovranno più sentire i limiti del vivere in un contesto isolato e isolano, ma che avranno occasioni straordinarie di crescita e di valorizzazione”.

Già, perché uno dei principali obiettivi della Fondazione sarà quello di stimolare, valorizzare e formare le maestranze intellettuali e artistiche di domani e sostenerle attraverso la pianificazione di festival, premi, borse di studio e soggiorni all’estero. Contestualmente la Fondazione si pone l’obiettivo di promuovere il patrimonio storico e naturalistico di Capri rivolgendosi a un turismo sensibile e rispettoso, al quale elargirà una serie di iniziative di grande rilievo grazie anche alla collaborazione con soggetti pubblici, privati, nazionali e internazionali che ne condividano le finalità. L’assessore regionale al Turismo Claudio Velardi ha in questa occasione annunciato la volontà di presentare quanto prima una delibera alla giunta regionale per far sì che la Fondazione diventi “lo strumento unico per la promozione del turismo nell’isola”, affidandole “la gestione di alcuni siti monumentali capresi quali la Certosa, gli scavi archeologici di Villa Jovis e Damecuta e i ruderi delle ville romane dell’imperatore”.

Applausi e innumerevoli dimostrazioni di entusiasmo, fiducia e affetto, da parte dei molti personaggi presenti: da Peppino di Capri al presidente Aurelio De Laurentiis a Rosalba Giugni di Marevivo, che ricorda come “il Mediterraneo bagna Capri ed è un mare ahimè stressato, impoverito, minacciato. Proprio da Capri dovrebbe partire un forte impulso alla salvaguardia di questo bene preziosissimo che abbiamo. Che Capri si faccia portavoce, con la sua consapevolezza e cultura, del recupero di tutto il Mediterraneo!”, ai giornalisti Giovannino Russo e Corradino Mineo, al fotografo Mimmo Iodice e allo scrittore Raffaele La Capria, che ha per l’occasione composto e intonato una affettuosa canzone dedicata alla “sua” Capri.

————————————————————————————————————————————————

ALL TOGETHER FOR CAPRI

Asunny morning of May greeted, at the Theater of the Grand Hotel Quisisana, the official presentation of the Capri Foundation. Partly excited and facing the crowded audience of the historical theater, same location where in 1922 Capri’s mayor, Edwin Cerio, initiated the works for the first Landscape convention, which purpose was protecting the beauties of Capri’s territory threatened by the stream of tourists, the President Gianfranco Morgano, and theVice President, Tonino Cacace, have gathered around the Mayors of Capri and Anacapri, Ciro Lembo and Mario Staiano.

“It is a historical moment, long waited for”, is what the mayors say before starting the conference. Before reading the message the President of the Republic, Giorgio Napolitano, has sent to them: a message that shares a deep interest, and esteem towards the objectives set by the new foundation, and for every initiative carried out in order to preserve “an island very drear to me for personal reasons”. May 23rd 2009 is the exact date of origin of the Capri Foundation. A structure which has fundamental values and which will always be the safeguard for historical, artistic, and environmental heritage of the island, the production and the diffusion of the culture of Capri’s territory, the training and the support for the local talents.

This foundation has been strongly wished by its founders which also represent the historical soul of the island: entrepreneurs, hotel owners, retailers, and professionals of Capri and Anacapri, all united with one common awareness all animated by the will of preserving the inestimable values of the islands heritage. With the contributes given by the Region, the Capri Foundation addresses the territory and its population, and it is intended as a responsible subject for what concerns its programming and as recipients of the actions themselves. Representing Capri in the world and in a better manner; bringing the world to Capri, thanks to excellent professionals which will come to Capri not only as bestower of exceptional artistic and cultural experience, but also as examples for the new young talented sons of the island. “Yongsters and students, has underlined Cacace, which will not have to feel the limit of an isolated area, but rather they will have several occasions to grow and specialize themselves.

” Yes that’s right, because one of the primary objectives of the Foundation will be that of stimulating, enhancing, and train the intellectual and artistic “hands” of tomorrow, and sustain them by programming festivals, prizes, scholarships, and stays abroad. At the same time the Foundation fixes the objective of promoting the historical, and naturalistic heritage of the island addressing to a sensible and respectful tourism, to which it will donate a series of initiatives of great relevance thanks to the collaboration of public, private, national and international people, which share common goals.

The regional tourism local authority Caludio Velardi has announced in this occasion the will of presenting as soon as possible a deliberation to the regional committee in order for the foundation to become “ the unique tool to promote the island’s tourism” facing “the management of some monumental sites in Capri like the Certosa, the archeological foundings in Villa Jovis and Damecuta and the ruins of the ancient roman mansions.” Applauses and numerous demonstrations of enthusiasm, trust and esteem, demonstrated by many celebrities: starting from Peppino di Capri to the President Aurelio De Laurentiis and Rosalba Giugni di Marevivo, the journalists Giovannino Russo and Corradino Mineo, the photographer Mimmo Iodice and to the writer Raffaele La Capria who has specifically for the occasion composed and toned a song dedicated to “his” Capri.

The journalist Paola Saluzzi has directed the following interventions of Gigi Cristoforetti, curator of the “Living In beauty”; of Elena Marinoni, curator of the Capri Trendwatching Festival; of Paola De Polo and Rossella Orlandi, of the Photographic Archive Fratelli Alinari / Sole 24 ore; and of Arianna Rosica and Massimiliano Scuderi, curators of the Travelogue project.

Alessandra Chiaradia – Foto by Fotoflash

Scarica PDF originale dell’articolo (720 Kb)

Comments

OTTIMA INIZIATIVA, LA TUTELA DI Capri nel mondo e che il mondo venga e Capri e ne apprezzi la cultura della bellezza.
Gius GARGIULO
PROFESSORE UNIVERSITARIO RICERCATORE;
université DE PARIS Ouest MODYCO/CNRS Paris

posted by Gius on 08.18.09 at 9:02 pm
Comments are closed.